LA PRATICA YOGICA DEL “MEZZO BAGNO”

Di | 2018-04-27T17:10:13+00:00 3 novembre 2017|igiene, mezzo bagno, yoga|

Hai mai sentito parlare del ‘Mezzo Bagno’? Nella disciplina dello Yoga l’acqua è un elemento di prevenzione e cura da non sottovalutare! Per ottenere il massimo risultato la cura personale passa dallo spirito e dal corpo.

Nello Yoga l’igiene è uno dei punti chiave, infatti sono contemplate diverse pratiche e regole di pulizia fisica e mentale da eseguire giornalmente.

Il termine sanscrito che definisce la pratica dell’igiene è SHAOKA.

yoga-messina-acqua-che-purificaQuando il nostro corpo è sporco anche la mente ne risulta disturbata, tuttavia se abbiamo la coscienza sporca, ci sentiremo impuri anche dopo aver fatto una doccia, questo concetto di interdipendenza tra igiene fisica e mentale è ben radicato nella cultura indiana.

La tecnica del Mezzo Bagno è stata sviluppata per consentire l’igiene più volte durante l’arco della giornata ed è molto efficace per abbassare il calore corporeo che si forma con il movimento.

Infatti attraverso il movimento emettiamo calore e richiamiamo il sangue alle estremità, generiamo accelerazione del ritmo cardiaco e respiratorio, che influenzano l’energia vitale e la mente, di conseguenza diminuisce la nostra capacità di concentrarci e di essere percettivi.

Con il Mezzo Bagno possiamo rinfrescare i nostri organi motori e sensori senza dover fare un bagno completo, ottenendo “l’effetto di immersione” diminuendo in questo modo i battiti cardiaci e prevenendo l’invecchiamento del cuore.

Oltre a purificarci, questa antica pratica yogica ci permette di preparare la mente alla meditazione, migliora la nostra capacità di concentrazione e di apprendimento, in generale ci rende più integri e presenti.

COME ESEGUIRE IL MEZZO BAGNO

  1. Versa acqua su ombelico e schiena alla stessa altezza, poi su ano e genitali
  2. Sciacqua i polpacci e i piedi partendo dalle ginocchia, sciacqua avambracci e mani partendo dai gomiti
  3. Trattieni acqua in bocca e nel frattempo spruzza gli occhi con acqua fresca per almeno 12 volte
  4. Sciacqua viso, orecchie e collo e se lo stomaco è vuoto puoi lavare il naso (Nasapana) facendo entrare l’acqua dalle narici e facendola uscire dalla bocca

L’obiettivo di questa pratica, che va dallo yoga alla meditazione, è quello di mantenerci in salute, favorire la longevità e soprattutto,  arrivare a elevarci spiritualmente e moralmente e ciò dipende dalla purezza del nostro corpo oltre che dello spirito.

Approfitta del corso di meditazione dove verranno approfondite le tecniche di igiene Yogica.

Ti auguro una buona pratica e sono sicuro che trarrai grandi benefici da questa tecnica, è risaputo che il corpo è il tempio della nostra mente e che prenderci cura di noi stessi ci rende più amorevoli verso il prossimo.

Come può chi non sa come avere cura del proprio corpo, sperare di conseguire il successo nello yoga?” – Goraksapaddhati.

NAMASTE

Vincenzo Vinayaka Citto

LASCIA I TUOI DATI

Chi è l' Autore:

Vincenzo
Ciao sono Vincenzo Citto, il mio nome in sanscrito è VINAYAKA e mi è stato assegnato dai monaci che ho avuto la fortuna di incontrare nel cammino i quali mi guidano nella meditazione e sono i miei maestri nel Tantra Yoga. Grazie allo Yoga ho trovato la direzione sana e ricca da dare alla mia esistenza e mi trovo, adesso, a percorrere questo luminoso cammino verso la consapevolezza, senza sforzo e senza rinunce ma con pienezza, serena accettazione e amore per la vita.

Lascia un Commento