Uniamo le nostre menti ed i nostri cuori adesso è il momento!

“Vi spiego perché ho scritto questo brano”

Prima di tutto inquadriamo il periodo storico in cui ci troviamo:

Sotto gli occhi di tutti è ben evidente che stiamo attraversando un periodo oscuro denominato nello yoga “Kali Yuga”, questa epoca è caratterizzata da numerosi conflitti, discordia ed ipocrisia, corruzione morale, tendenze divisorie, sviluppo della tecnologia materiale e da una diffusa ignoranza spirituale. Il valore di una persona in questo momento è determinato unicamente dai soldi o beni materiali che possiede; il povero diviene schiavo del ricco e del potente ed i sentimenti di compassione ed uguaglianza vengono offuscati da questa patina finta di apparenza.

Gli antichi testi vedici parlano di questo periodo storico come di un’epoca di decadenza e grandi conflitti, mentre i saggi già molte migliaia di anni fa prevedevano che nel corso di questo yuga il genere umano avrebbe creato serie complicazioni per sé e per il pianeta Terra.

Possiamo notare come in questi giorni per mezzo della situazione legata ai vaccini o al pass, i poteri alti stiano fomentando divisioni e discriminazioni e stiamo assistendo ad una vera e propria “guerra tra poveri” ed è noto a molti che creare divisioni ed ignoranza è uno strumento fondamentale da sempre adottato dalle caste più alte per poter dominare il popolo e soggiogarlo.

La buona notizia è che questo periodo è una transizione che ci porta verso il Satya Yuga “l’era della verità” in cui il genere umano è governato da ideali di purezza e di unificazione con la propria natura divina e rivestono grande importanza la conoscenza, la saggezza e la meditazione. Nel nuovo Satya Yuga gli umani vivranno in salute ed in accordo con le leggi universali con un conseguente risveglio delle virtù e del risorgere di una società basata sull’uguaglianza e la pace.

Stiamo assistendo in questi giorni alla negazione della libertà di parola, lo stiamo notando con le etichette che vengono messe addosso a chi ha un pensiero anticonformista, ai post manovrati e censurati dai social, ed addirittura anche con fatti gravissimi come l’uccisione di alcuni importanti esponenti del campo della medicina e della scienza che propongono soluzioni e cure alternative e che sempre più spesso vengono radiati dall’albo, per non parlare del Mobbing sul posto di lavoro che crea una pressione psicologica tale da spingere le persone più deboli a compiere gesti estremi come il togliersi la vita. Vengono negate tutte le opportunità di socializzazione e crescita culturale come si evince dalle restrizioni di accesso ai teatri ed a tutto ciò che è arte ed espressione (considerati di secondaria importanza), veniamo anche distolti dall’attività fisica e dalla ricerca spirituale, possiamo infatti constatare come sport e palestre siano attualmente il settore più penalizzato, ed il messaggio che passa è quello di rimanere a casa ognuno nelle proprie stanze inerti davanti al proprio pc o smartphone. Un altro accaduto che fa riflettere è il licenziamento in massa dei lavoratori della azienda GKN di Firenze, da parte del fondo di investimento Melrose, senza nessun avvertimento e mandando la gente a casa con una squallida mail di licenziamento, trovandosi da un giorno all’altro con le guardie armate dentro lo stabilimento. (nella foto copertina del brano foto degli operai della GKN che insorgono durante una manifestazione)

Un clima di tensione, discriminazione e paura che ci spinge ad agire subito!

A riprendere in mano i nostri diritti, a tenere lucide le nostre menti ed impavido il nostro cuore.

Muoviamoci Insieme, il brano che ho scritto e che potete ascoltare, è un invito a rimanere uniti, a costruire una società basata su alti valori, è indispensabile il contributo di ognuno di noi, la qualità dei pensieri di ognuno, dobbiamo ricordarci che il mondo è la nostra casa, il nostro diritto nascita e che se ci viene negata la libertà dobbiamo ristabilirla con tutta la nostra forza.

Nello scrivere il brano mi sono ispirato agli insegnamenti del mio maestro Shrii Shrii Anandamurti ed il ritornello è tratto dall’antichissimo canto Vedico SAM’ GACCHADVAM’ Questo mantra è cantato prima di iniziare la meditazione collettiva; esso fa parte dell’antico Rkveda che risale ad oltre diecimila anni fa. Il suo significato interiore è:

“Muoviamoci in avanti insieme, cantiamo insieme e conosciamo le nostre menti; come i saggi del passato gioivano insieme la grandezza dell’universo, così anche noi seguiamo il loro esempio comportandoci similmente. Che le nostre aspirazioni siano le stesse, che i nostri cuori siano identici, che i nostri pensieri siano quelli di una sola mente affinchè possiamo vivere in armonia con il tutto.

Traduzione: Sam’ Gacchadvam’

muoviamoci insieme

Sam’ Vadadhvam’

cantiamo insieme

Sam’ Vomana’ m’si ja’ nata’m’

conosciamo le nostre menti

Deva’bha’ gham’ yatha’ pu’rve’

comprendiamo come i saggi del passato

Sam’ja’na’na’ upa’sate

che tutte le persone insieme possono gioire l’universo

Sama’nii va a kuti

uniamo le nostre intenzioni

Sama’na’ hrdaya’ nivah

che i nostri cuori siano inseparabili

Sama’nama astu vomano

che le nostre menti siano una sola mente

Yatha’ vah susaha’sati

perchè conoscendoci veramente diventiamo Uno.