Il primo senso che si sviluppa nell’utero è il senso del tatto, i primi linguaggi che conosce un bambino dopo essere nato sono il tocco e il pianto.

Il senso dell’olfatto della vista dell’udito e del gusto si sviluppano infatti soltanto dopo la nascita, ma il senso del tocco si sviluppa quando si è ancora in grembo. Il modo in cui interagiamo socialmente con gli altri dipende principalmente dalla nostra esperienza col tocco.

Il contatto ci aiuta a costruire relazioni con gli altri. Molti comportamenti antisociali del giorno d’oggi potrebbero essere reversibili se riuscissimo a far emergere l’espressione del tatto in ognuno di noi, specialmente nei nostri bambini, se ci pensiamo, nei primi mesi dopo la nascita comunichiamo coi bambini tramite il tocco. Il tocco ha in sé il potenziale di guarire. La precoce attività sessuale, la violenza, la depressione ed i disturbi alimentari emergono tutti da un bisogno non espresso per il contatto positivo e amorevole questo ci fa capire come la privazione del tocco può essere dannosa. Il contatto ci può confortare, rassicurare, rilassare, guarire, in quanto esseri umani produciamo un ormone chiamato ossitocina “ormone del dolore” esso crea una risposta di calma, viene rilasciato durante un orgasmo , durante il parto e durante l’allattamento ma viene rilasciato anche quando veniamo massaggiati o quando massaggiamo.

GUARDA LA STRUTTURA DEL NUOVO CORSO

Nessuno è esente dal bisogno di essere toccato tutti gli esseri umani hanno bisogno di toccare e di essere toccati, esattamente come hanno bisogno di bere e mangiare. La connessione tra il tocco e lo stare bene è innata. Dal momento del parto in poi il nostro senso del tatto viene stimolato. Il bisogno di unione, di stretto contatto fisico con un altro essere umano rimane con noi per tutta la vita. In generale è una bella sensazione sentire il contatto con la pelle di un altro essere umano.

Alcuni di noi sopprimono il bisogno di calore e affetto, mentre altri mettono in atto comportamenti estremi per ottenerli. Molti dei nostri comportamenti in età adulta dipendono da come veniamo cresciuti durante l’infanzia. Tutti noi abbiamo vissuto dei momenti in cui il tocco di una mano sulle nostre spalle o un abbraccio rassicuratore erano tutto quello di cui avevamo bisogno per ridurre le nostre paure, le nostre ansie o la solitudine.

Toccare è un atto d’amore, un modo per comunicare senza usare le parole quando tocchiamo qualcuno con un massaggio è molto importante avere sempre chiare intenzioni e consapevolezza di come siamo all’interno di noi stessi. Se vogliamo offrire un tocco curatore allora dobbiamo prima curare noi stessi, lasciare le nostre storie davanti al ciglio della porta ed essere pienamente presenti con il nostro cuore, la nostra mente e le nostre mani. Non dobbiamo mai sottostimare il messaggio che le nostre mani stanno mandando e non negare la loro innata natura intuitiva. quando la mente è libera le mani possono fluire, parlare, intuire, esplorare, dobbiamo semplicemente fidarci di questo processo.

Al Centro Tao si tiene uno dei corsi professionali di Thai Yoga Massage più completi d’Italia, all’interno del corso vengono presi in considerazione aspetti importanti come il tocco consapevole, la presenza mentale e lavoro su se stessi, in quanto, per poter offrire un massaggio che sia uno scambio profondo e non una serie di manovre eseguite meccanicamente, occorre seguire un programma che approfondisce oltre agli aspetti tecnici ed alla conoscenza del corpo e dell’energia che vi circola all’interno anche la meditazione ed il lavoro di gruppo. Ecco perché il nostro corso si distingue dai tanti corsi che vengono proposti in un solo weekend per ottenere un attestato da appendere alla parete, e per questo motivo prevede un percorso ben strutturato, anche se il corso rilascia una certificazione riconosciuta da AICS per noi è importante formare operatori veramente preparati ed equilibrati che sappiano donare dal cuore con compassione.

Per meglio far comprendere l’atmosfera che si respira al corso di formazione abbiamo intervistato alcuni nostri studenti che si sono certificati in “Operatore Thai Massage”.

GUARDA LA STRUTTURA DEL NUOVO CORSO

Le testimonianze di chi ha frequentato il corso

Morena

Mi sono sentita accolta in uno spazio di condivisione e la mia esperienza è stata positiva. Ho imparato tanto e sono riuscita ad uscire da alcuni schemi che portavo avanti da tempo. Mi sono sentita libera di osare la dove ancora sentivo una energia bloccata. Il corso curato nei dettagli è completo, a mio avviso, di tutto, sia dal punto di vista tecnico che da quello umano. Lo consiglio a chi ha voglia di conoscere questa eccezionale pratica e a chi vuole fare un viaggio dentro se stesso

Mariana

Per me è stata un’esperienza di vita che mi ha finalmente riaperto il cuore! Ti rendi conto che spesso nella vita ci lamentiamo, siamo tristi e soprattutto non vediamo oltre! L’amore è al centro dell’universo, siamo un tutt’uno con essa. Dobbiamo solo abbattere quelle barriere che ci creiamo ed essere umili, compassionevoli, profondi verso tutti e tutto. Non solo il Thai Massage mi ha fatto capire tutto questo, ma ha risvegliato in me quella luce che si era spenta! Adesso sono pronta a sentire, percepire, ma soprattutto amare incondizionatamente.

Veronica

Il corso per me è stata un’esperienza fantastica, un’occasione per proseguire nel mio percorso di guarigione e spiritualità. Ho appreso non solo tecniche di massaggio Thai, ma uno strumento per trasmettere amore a me stessa e agli altri. Il Maestro Vincenzo è stato per me un grande Maestro, una guida che mi ha illuminato la strada dell’amore. Sono felicissima anche delle persone che ho incontrato perchè ognuna di loro ha scoperto una piccola parte del mio cuoricino e mostrato una forma, una materializzazione dell’universo infinito. Consiglierò il corso a tutti coloro che vogliono riscoprire e coltivare o semplicemente sentire amore. BABA NAM KEVALAM.

Namastè

Rossana

Un ottimo corso ben strutturato e ben articolato condotto seriamente da un maestro preparato, coscienzioso, simpatico e a volte burlone. Ho imparato tecniche e manovre nuove che hanno arricchito il mio bagaglio di conoscenze, di pratiche orientali. Ottima l’idea di unire la pratica yogica alla pratica thai. Sono soddisfatta del mio percorso.

GUARDA LA STRUTTURA DEL NUOVO CORSO